ricetta la-supa-barbetta-con-grissini-e-toma

La supa barbetta con grissini e toma

  • Procedura
    3 ore 30 minuti
  • Cottura
    3 ore
  • Persone
    10
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

La supa barbetta con grissini e toma

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Un piatto piemontese tipico della cucina valdese, un pieno di energia e sapore simile a un pasticcio ma veramente originale, ideale da portare in tavola per il pranzo della domenica nelle fredde giornate invernali. La supa barbetta con grissini e toma è facile da preparare e cotta al forno, le spezie si uniscono al formaggio filante rendendo questo piatto profumato e irresistibile.

    Preparate il brodo: mettete in una pentola una gallina vecchia, gli ossi di maiale e 3 carote, 2 coste di sedano e 2 cipolle tagliate a pezzetti; salate, e portate a cottura. 

    Ungete di burro una teglia a bordi alti di rame o di coccio; lavate e asciugate 4 foglie di cavolo verza e foderate il fondo della teglia. 

    Sistemate nel recipiente uno strato di grissini, spolverizzateli con un mix di cannella, noce moscata, macis e chiodi di garofano ridotti in polvere, quindi cospargete con sottili fettine di toma

    Versate sui grissini 2-3 mestoli di brodo caldo fino a ricoprirli, fate un altro strato di grissini, formaggio, spezie e brodo: continuate così fino a riempire il recipiente, terminando con il brodo e il formaggio. Passate in forno a 160° per almeno un'ora, finché il brodo sarà assorbito e la zuppa leggermente gratinata. 

    A parte fate soffriggere il burro con cannella, ginepro, chiodi di garofano, macis, salvia e rosmarino.

    A fine cottura versate il burro profumato sulla zuppa.

    Lasciate riposare per qualche minuto e servite. 

    Riproduzione riservata