fregnacce-allabruzzese-sfoglie-di-pasta-ripiene-di-carne-e-salsiccia

Fregnacce all’abruzzese – Sfoglie di pasta ripiene di carne e salsiccia

  • Procedura
    3 ore
  • Cottura
    1 ora 30 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Fregnacce all’abruzzese – Sfoglie di pasta ripiene di carne e salsiccia

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Nel dialetto abruzzese il termine sciocchezze si indica con “fregnacce” ma sta ad indicare anche un ottimo primo piatto: le sfoglie di pasta ripiene di carne e salsiccia. Se quindi qualcuno vi propone le fregnacce non mettetevi a ridere: vi sta offrendo una prelibatezza della sua terra, un piatto tipico delizioso.

    Preparazione

    1) Setacciate 300 g di farina di grano duro sulla spianatoia e impastatela con 3 uova per circa 10 minuti fino a ottenere un impasto liscio e compatto. Copritelo e lasciatelo riposare per 30 minuti, poi tirate una sfoglia sottile e ricavatene dei quadrati di circa 18 cm di lato.

    2) Tritate 1 cipolla e mettetela a rosolare con metà dell'olio in una casseruola. Sbriciolatevi 3 salsicce e aggiungete anche 200 g di carne di manzo macinata. Mescolate bene e lasciate rosolare per 10 minuti. Unite 600 g di passata di pomodoro, mezzo peperoncino e cuocete per 40 minuti.

    3) Portate a bollore abbondante acqua salata con 2 cucchiai d'olio e tuffatevi la pasta, 3 quadrati alla volta. Scolate i quadrati con una schiumarola e disponeteli su un canovaccio umido.

    4) Prendete metà del sugo di carne, versatelo in una terrina, lasciatelo freddare, poi unite 1 uovo, 100 g di pecorino abruzzese grattugiato e mescolate bene finché risulti un impasto consistente. Distribuite un cucchiaio di impasto su ogni quadrato di pasta e piegatelo in quattro.

    5) Ungete delle pirofile monoporzione con il resto dell'olio, distribuitevi le fregnacce, cospargete con il sugo rimanente e infornate a 180 °C per 15 minuti. Lasciate riposare 5 minuti nel forno prima di portare in tavola.

    Riproduzione riservata