Idee in cucina

Castagnole al Marsala

5/5
  • Procedura 45 minuti
  • Cottura 15 minuti
  • Persone 8
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Castagnole al Marsala


    invia tramite email stampa la lista

    Le castagnole al Marsala, sono un classico del carnevale facile e veloce da preparare. Soffici palline fritte, vengono ricoperte ancora calde con lo zucchero a velo che le rendono irresistibili. Si possono anche cuocere al forno ma quelle fritte fanno veramente la differenza! L'impasto rimane morbido e si possono anche servire con della crema (pasticcera, inglese, chantilly, alla ricotta, al cioccolato o allo zabaione) per renderle più golose e per un fine pasto indimenticabile. 


    Preparazione

    1) Preparate il composto delle castagnole. Con un rigalimoni, prelevate la scorza di 1 limone non trattato e frullatela con 250 g di zucchero semolato. Setacciate 500 g di farina sul piano di lavoro, formando una fontana; unite lo zucchero al limone, 1 bustina di lievito per dolci e 1 pizzico di sale; aggiungete al centro 4 uova intere sbattute con 4 tuorli, 100 g di burro fuso, 1 dl di latte e 4 cucchiai di Marsala. Incorporate la farina con una forchetta, poi lavorate gli ingredienti con le mani fino a ottenere un impasto compatto e omogeneo.

    2) Formate le frittelle. Dividete l'impasto in 10-12 parti e con ciascuna formate un bastoncino di circa 2 cm di diamtero; tagliateli a tronchetti di 2 cm di lunghezza, quindi modellateli, passandoli tra i palmi, in modo da ottenere tante palline regolari. Mettetele man mano sul piano di lavoro infarinato.

    3) Friggete le castagnole. Gettatate le palline di impasto in abbondante olio di semi caldo fino a quando saranno diventate ben gonfie e avranno un bel colore dorato da ogni parte; scolatele con un mestolo forato e asciugatele su carta da cucina. Cospargete immediatamente le castagnole al marsala con abbondante zucchero semolato oppure attendete che si freddino quindi spolverizzatele con lo zucchero a velo.

    di CUCINA NO PROBLEM Riproduzione riservata