Idee in cucina

Riso in cagnone alla piemontese

4/5
  • Procedura 25 minuti
  • Cottura 20 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facilissima

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Riso in cagnone alla piemontese


    invia tramite email stampa la lista
    Riso in cagnone alla piemontese
    La trovi anche su:

    Il riso fa parte della tradizione piemontese, dove avviene la maggior parte della produzione nel territorio italiano. Il riso in cagnone alla piemontese è un classico della cucina regionale, facilissimo e veloce da preparare e con l'utilizzo di pochissimi ingredienti avrai un primo piatto arricchito dal sapore unico del formaggio e con una consistenza cremosa alla quale sarà davvero difficile resistere. 

    Esiste anche una seconda versione di riso in cagnone appartenenete alla cucina lombarda. In questo caso bisogna per prima cosa soffriggere il burro con 1-2 spicchi d'aglio schiacciati e spellati e 5-6 foglie di salvia. Eliminati gli aromi, il burro caldissimo deve essere versato sul riso, al quale andrà aggiunto anche una abbondante spolverizzata parmigiano reggiano o grana padano grattugiati. Si serve in tavola una volta mescolato.

    • 1

      Taglia il formaggio. Elimina la crosta dalla fontina, tagliala a lamelle sottili e distribuiscine circa metà sul fondo di una ciotola da portata. Versa circa 2 litri di acqua in una pentola, portala a ebollizione e salala.

    • 2

      Lessa il riso. Aggiungi 320 g di riso tipo Carnaroli, mescola in modo omogeneo; quindi lascia riprendere l'ebollizione, abbassa leggermente il fuoco e prosegui la cottura per 15 minuti, mescolando di tanto in tanto. Scola il riso, lasciandolo un po' umido e versalo sulla fontina

    • 3

      Completa e servi. Sciogli 50 g di burro in un pentolino finché risulterà color nocciola e versalo caldissimo sul riso lessato.

    • 4

      Aggiungi la fontina rimasta e mescola con cura, per far sciogliere il formaggio. Spolverizza il riso in cagnone alla piemontese con pepe e servi in tavola. 

    di CUCINA NO PROBLEM Riproduzione riservata