pizza-di-pasqua-ricresciuta

Pizza di Pasqua ricresciuta

  • Procedura
    1 ora
  • Cottura
    40 minuti
  • Persone
    6
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Pizza di Pasqua ricresciuta

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Prodotto da forno tipico della Settimana Santa (dalle tavole del pranzo di Pasqua alle tovaglie del pic nic di Pasquetta), la pizza ricresciuta o crescia è un rustico dalla forma simile a quella di un panettone ma dal sapore salato.

    La ricetta che qui ti presentiamo è di tradizione umbra e marchigiana, ne esiste anche una romana che è dolce ed è nota ai più anche come pizza battuta.

    Questa pizza di Pasqua ricresciuta è invece ottima (sia tiepida che fredda) accompagnata da uova sode, salame e pecorino stagionato.

    Preparazione

    1) Sciogliete 20 g di lievito di birra in mezzo bicchiere di acqua tiepida. Setacciate 400 g di farina sulla spianatoia o in una ampia ciotola, formate la fontana, sgusciate al centro 3 uova intere, aggiungete un pizzico di cannella in polvere e 1 cucchiaino di sale. Sbattete con la forchetta per pochi secondi.

    2) Unite al composto 100 g di ricotta, la scorza grattugiata di 1 limone non trattato, il lievito preparato e incorporate la farina, lavorando a lungo fino a ottenere un impasto liscio ed elastico che si stacchi dal piano. Formate una palla, copritela con un canovaccio e fatela lievitare al caldo per 30 minuti.

    3) Lavorate ancora l'impasto per pochi secondi sulla spianatoia infarinata, stendetelo in una teglia del diametro di 24-26 cm dai bordi alti imburrata e infarinata e ungetelo con un filo di olio extravergine d'oliva. Fate lievitare per almeno 6 ore in luogo tiepido, meglio ancora una notte intera.

    4) Senza toccare con le mani la pasta lievitata, cospargetela con 1 cucchiaino di semi di finocchio e infornate a 200° C. Cuocete per 40 minuti, poi sfornate la pizza ricresciuta di Pasqua e fatela raffreddare.

    Riproduzione riservata