Insalata di orzo per picnic

Insalata di orzo

  • Procedura
    50 minuti
  • Persone
    4
  • Difficoltà
    facilissima

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Insalata di orzo

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Insalata di orzo

    La trovi anche su:

    Preparazione

    L'orzo, saporito cereale, tipico della cucina di montagna di tante regioni, non è solo perfetto per realizzare zuppe e minestre invernali. In primavera e per tutto il periodo estivo può essere usato per cucinare fresche insalate, in alternativa al farro, alla pasta e al riso. Come primo piatto per il picnic è davvero perfetto!



    1) Lessate 240 g di orzo perlato in acqua salata per il tempo indicato sulla confezione, poi scolatelo, raffreddatelo sotto acqua fredda corrente e mettetelo ad asciugare steso su un telo. Nel frattempo fate cuocere anche 250 g di fave sgranate (bastano solo 10 minuti) oppure un uguale quantitativo di fagiolini, piselli, ceci, fagioli freschi, secchi o surgelati.

    2) Raccogliete l'orzo lesso in una terrina, private le fave della pellicina e unitele al cereale. Sgocciolate 8 carciofini sott'olio e tagliateli a pezzetti insieme a 160 g di formaggio tipo Emmentaler; aggiungeteli all'insalata con 80 g di olive taggiasche sott'olio denocciolate. Mescolate delicatamente.

    3) In una ciotolina emulsionate 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva con la scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato e il suo succo, un pizzico di sale, una presa di peperoncino e una manciatina di foglioline di timo, precedentemente lavate e asciugate.

    4) Condite l'insalata di farro e legumi con l'emulsione preparata, mescolate bene e lasciate insaporire 60 minuti al fresco. Quindi servitela nei piatti oppure se dovete trasportarla, per esempio per un picnic o un buffet all'aria aperta, dividetela in contenitori monodose preferibilmente a chiusura ermetica. 


    L'orzo freddo può essere insaporito in tantissimi modi. Una ricetta alternativa per cucinare una insalata di orzo sempre energetica e genuina, adatta anche a un regime alimentare vegano, può prevedere un mix di verdure (carote, sedano, zucchine, cipollotti) tagliate a dadini, scottate al vapore e condite con olio extravergine d'oliva, succo di limone, erbe aromatiche, sale e pepe. 

    Oppure, per chi ama i sapori decisi, potete arricchire la base di cereali e verdure con dadini di speck e formaggi di malga. O ancora, potete aggiungere all'orzo dei cetriolini in agrodolce e dei wurstel grigliati a pezzetti e poi condire il tutto con una citronnette preparata con senape in grani all'antica.

    Riproduzione riservata