Come preparare il porridge con la ricetta light

1/7 - Introduzione

Il porridge è un classico delle colazioni anglosassoni, e di per sé sarebbe una ricetta piuttosto leggera se non fosse per tutte le aggiunte di frutta secca e mele che spesso vengono fatte. Per chi vuole alleggerire un po' le proprie mattinate con una prima colazione non troppo pesante, il porridge può essere davvero un toccasana. Esistono tante versioni ma in questo caso la ricetta che verrà presentata è davvero light. Si tratta di una preparazione adatta a chi vuole realmente seguire una dieta. Gli ingredienti base sono forniti di seguito ma, se si vuole, sarà possibile modificarla con l'utilizzo di fonti di vitamine diverse. Proponiamo una ricetta assolutamente vegana, ideale anche per chi non digerisce il latte. Vediamo nella guida come preparare questo piatto.

2/7 Occorrente

  • 50 gr di fiocchi d'avena
  • Acqua
  • 1 banana
  • Cannella

3/7 - Cuocere i fiocchi d'avena

Per prima cosa bisogna fare cuocere i fiocchi d'avena nell'acqua e non nel latte come vuole la versione classica. Il risultato sarà comunque altrettanto soddisfacente e buono. Come prima cosa mettiamo sul fuoco un pentolino con l'acqua e, quando inizia a bollire, versiamo a pioggia fiocchi d'avena mescolando a più riprese. A questo punto, lasciamo cuocere per 30 minuti circa fino a quando i cereali non avranno assorbito l'acqua e saranno quasi raddoppiati di volume. Per dare un tocco di aroma e di speziato, poco prima del termine della cottura, mettiamo una spruzzata di cannella in polvere e mescoliamo accuratamente aiutandoci con un cucchiaio, meglio se di legno.

4/7 - Preparare la frutta

Prepariamo la frutta: la nostra ricetta prevede l'utilizzo della banana, che come tutti sanno è ricca di potassio e fornisce alla colazione delle ottime sostanze nutritive. Inoltre, rispetto agli altri tipi di frutta, dà un ottimo senso di sazietà e non è acida. Per chi si appresta a iniziare una dieta, è l'ideale poiché riduce il senso di fame. Per un buon risultato, quindi tagliamo le banane a rondelle spesse quattro o cinque millimetri e, al termine della cottura, aggiungiamole ai cereali, mescoliamo e serviamo quando è ancora bello caldo.

5/7 - Aggiungere frutta

La caratteristica più affascinante del porridge è la possibilità di poter abbinare praticamente qualsiasi ingrediente. Oltre alla banana si possono usare altri tipi di frutta fresca come fragole, kiwi, frutti di bosco, mirtilli, ciliege e pesche oppure utilizzare frutta secca come noci, noccioline, pistacchi, mandorle e, per i più golosi e amanti dei sapori freschi, anche il cocco può essere un valido accostamento. Se invece si vuole esagerare e non si riesce a rinunciare al gusto del cioccolato, una valida soluzione può essere ovviamente il cioccolato fondente che ha un bassissimo tenore di zuccheri e di grassi ed è un valido stimolante per la digestione, soprattutto se mangiato di mattina.

6/7 Guarda il video

7/7 Consigli

  • Provate il porridge in tutte le sue alternative vedrete che bontà!

Alcuni link che potrebbero esserti utili

Riproduzione riservata