La nostra mentor Federica Gif ci svela tutti i segreti per fare il pane a casa, con una ricetta sana e appetitosa!

“Buono come il pane”… Così diceva la mia nonna per definire una cosa squisita e questa espressione rendeva assolutamente l’idea. In effetti quando hai fame niente è più buono del pane ma quello buono davvero… L’autoproduzione in questo senso ci regala il privilegio di potere scegliere con cura la materia prima e di catturare nelle mura domestiche il magico profumo che si libera in cottura. Una pagnotta si compone principalmente di 3 ingredienti: farina + acqua + lievito per questo è fondamentale orientarsi su ingredienti di alta qualità.

La farina

Meglio se non “raffinata” industrialmente, l’ideale sono la tipo 1 o la tipo 2, se siete alle prime armi magari non utilizzate solo farina integrale poiché la crusca potrebbe appesantire l’impasto e ostacolare la lievitazione. Le farine integrali e semintegrali (tipo 1 o tipo 2 appunto), conservano ancora molti nutrienti del chicco come il germe di grano e una volta aperte le confezioni è meglio consumarle entro 1 mese circa, meglio ancora se macinata a pietra come una volta e biologica visto che le parti corticali potrebbero portarsi dietro qualche residuo chimico.

Il lievito

Il pane più buono a mio avviso è quello fatto con la pasta madre ma non tutti ce l’hanno e personalmente ho trovato un buon compromesso nel lievito madre essiccato che oggi si trova facilmente anche al supermercato. In genere contiene anche una piccola percentuale di lievito di birra ma è possibile impiegare poco quantitativo di prodotto e dare più tempo alla lievitazione per ottenere una pagnotta dal buon sapore che si conserva a lungo.

L’acqua

Che sia buona e di sorgente (quella in bottiglia va benissimo). A volte infatti l’acqua trattata influisce negativamente sulla fermentazione.


“Ingrediente” imprescindibile è il tempo che va messo in conto quindi, se fare il pane è un gioco da bambini, sappiate che dovrete pazientare, ne comunque varrà la pena. Opzionali sono sale meglio se marino e integrale, olio, semi, erbe aromatiche e tanto altro…Oggi voglio lasciarvi la ricetta del mio pane al sesamo.

Pane fatto in casa: la ricetta del pane al sesamo

Ingredienti per 1 filone

  • 700 g di farina semintegrale tipo 1 
  • 7 g di lievito madre secco
  • 1/2 cucchiaino di sale marino integrale
  • 450 g di acqua
  • 1 cucchiaio circa di olio evo
  • Semi di sesamo qb

Procedimento 

All’interno di una ciotola miscela la farina col sale e la pasta madre, unisci l’acqua, mescola e impasta per 5-10 minuti. Aggiungi 1 cucchiaio circa di olio sulla base della ciotola e impasta ancora lasciando la pagnotta un po’ unta in superficie. Copri bene e fai riposare 2 ore circa. Trascorso il tempo lavoralo delicatamente su una spianatoia spolverata con farina, forma un rettangolo e arrotolalo per ottenere un filone, ungi uno stampo da plumcake e adagia il panetto. Spennella la superficie con acqua e spolvera con i semi cercando di farli aderire. Lascia riposare altre 4-5 ore circa facendo attenzione a non urtare la pagnotta e lontano da correnti d’aria (il forno spento andrà benissimo). Scalda il forno a 200° e cuoci in modalità statico per 45 minuti circa. Lascia raffreddare su una griglia sospesa per eliminare parte dell’umidità e conserva in un sacchetto da pane di carta o in tessuto naturale (nel secondo caso igienizzato e lavato senza ammorbidente per evitare che trasferisca alla pagnotta il suo profumo). Una ricetta che #mipiacemifabene

Federica Gif
Federica Gif
Healthy Food Blogger
Riproduzione riservata