Pasta frolla con la farina di kamut

Ingredienti

400 g di farina di kamut

150 g di zucchero

150 ml d’olio extravergine d’oliva

1 uovo

1 limone

1 bustina di lievito per preparazioni dolci

La prima cosa da fare per preparare la pasta frolla con la farina di kamut è disporre su una superficie piana la farina setacciata.

Crea al centro una fontana e disponi lo zucchero e il lievito. Se vuoi puoi utilizzare lo zucchero di canna, in base al tuo gusto.

Procedi versando a filo l’olio e rompendo l’uovo. Inzia ad impastare energicamente fino ad ottenere un composto morbido e compatto.

Grattugia la buccia di un limone, possibilmente biologico e aggiungila al composto. Continua ad impastare in modo tale che gli ingredienti siano ben amalgamati e che la frolla pian piano assorba l’aroma del limone.

Avvolgi la pasta frolla fatta con la farina di kamut in uno strato di pellicola e lascia riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

Una volta che sarà trascorso il tempo necessario per far compattare la frolla, stendi l’impasto con l’aiuto di un mattarello.

Spolvera il piano di lavoro con della farina, in modo tale che il composto non si attacchi e cerca di ottenere uno strato sottile circa 5 mm. A questo punto, crea dei biscotti con l’aiuto delle formine o di un bicchiere e cuoci in forno per 20 minuti a 180 gradi.

Quando saranno pronti i biscotti, lasciali raffreddare e poi spolverali con dello zucchero a velo.

La pasta frolla realizzata con la farina di kamut è una variante leggera, ricca di proteine e sali minerali. In particolare, questa versione senza burro risulata essere meno grassa e calorica. Buon appetito!

Pasta frolla con farina di kamut

La pasta frolla con la farina di kamut è una ricetta base leggera, perfetta per preparare dei biscotti o per la base delle tue crostate

La farina di Kamut deriva dalla lavorazione di un particolare tipo di frumento orientale, che è noto come grano rosso o Khorasan e che ha una base di grano duro. Il nome Kamut è un nome di pura fantasia che deriva da Ka'moet e che nella lingua egiziana significa “anima della terra”. Questo tipo di grano cresce bene anche senza pesticidi e fertilizzanti ed è molto utilizzato nelle colture biologiche. Con la sua farina si possono preparare diversi impasti e prodotti da forno, ma anche dolci e biscotti. Questa ricetta ti permette di preparare biscotti di pasta frolla oppure una buona base per una crostata, da farcire con marmellata di stagione.

Riproduzione riservata