Cous cous: sapore mediterraneo

Dal Nord Africa, al Medio Oriente, alla Sicilia, il cous cous ha unito i popoli nella storia, e oggi porta sulla tua tavola il suo gusto inimitabile: scopri tutto su un piatto da sperimentare.

Un piatto veloce da cucinare, leggero, gustoso e versatile. Non è un sogno irrealizzabile, ma la descrizione del cous cous, un alimento a base di semola di grano duro cotta al vapore e condita nei modi più svariati.

Se cous cous fa rima con Nordafrica, in realtà questo piatto è diffuso in moltissimi paesi, in ognuno dei quali viene preparato in modo diverso a seconda dei gusti e delle tradizioni. È così che in Tunisia, Algeria e Marocco – dove è il piatto nazionale delle popolazioni berbere – viene servito con verdure lessate in brodo e carne di pollo, agnello o montone, ma il brodo in Tunisia e Algeria è rosso, perché arricchito di pomodoro e peperoncino, mentre in Marocco è giallo a causa dello zafferano, e – sempre in Marocco – tra gli ingredienti si possono trovare anche pesce in agrodolce e uvetta.

Nella storia, spesso i popoli sono stati uniti dalla tavola: ecco, dunque, che nei secoli il cous cous ha viaggiato arrivando a contaminarsi con gli usi di diversi paesi e oggi è presente in Palestina, Israele, Giordania e Libano, con la particolarità di presentare granuli più grossi, in Sicilia, dove si accompagna con una ricca zuppa di pesce, e in Sardegna, in particolare a Carloforte, sull'occidentale isola di San Pietro, originariamente fondata da una colonia di pescatori di corallo liguri poi trasferitasi sull'isola tunisina di Tabarka.

Anche a causa delle migrazioni avvenute negli ultimi decenni dal Nordafrica verso l'Europa, il cous cous non è certo un piatto sconosciuto per noi, ma spesso si pensa, a torto, che sia un piatto laborioso o difficile da preparare. In realtà, nei negozi è possibile reperire il cous cous precotto a vapore che è molto semplice da cucinare, basta infatti coprire i granelli di semola con acqua bollente, aggiungere un pizzico di sale e un filo d'olio extravergine d'oliva e lasciare riposare per una decina di minuti. A questo punto, è pronto da arricchire come preferisci.   

Con verdure bollite o saltate in padella, spezie e legumi è un ottimo piatto vegetariano, ma è gustoso anche unito a del petto di pollo tagliato a dadini o insieme a cubetti ti mozzarella. Chi ama il pesce può puntare su un mix di gamberetti e dadini di pescespada, magari cotti in un brodo sfizioso a base di pomodoro o zafferano. Il tempo è davvero poco? Il cous cous si può condire con il pesto e una manciata di fagiolini bolliti per un primo davvero veloce e gustoso. Bontà, semplicità, leggerezza: cosa chiedere di più?

Riproduzione riservata