Alimenti integrali

I cibi integrali da mettere subito in tavola sono questi

Una buona dieta non esclude i carboidrati, ma punta su quelli integrali. Mangiando cibi ricchi di fibre, perdi i chili di troppo e ti disintossichi

Alimenti integrali per dimagrire

Perché è così importante inserire alimenti integrali nella tua dieta?  Partiamo dal presupposto che per perdere i chili di troppo non è necessario eliminare del tutto i carboidrati, anzi. Infatti, le diete iperproteiche fanno dimagrire molto velocemente ma, altrettanto rapidamente, si riprendono i chili persi con gli interessi. Senza contare la fatica a cui si sottopongono reni e intestino.

La dieta ideale è equilibrata e include anche i carboidrati, ma integrali. Scegliere di mangiare integrale, o meglio integro, aiuta a perdere centimetri sul girovita e a mantenersi in salute.

Mangiare integrale: i benefici per la salute e la linea

I cibi integrali hanno un indice glicemico inferiore rispetto ai corrispettivi in versione raffinata. E le fibre aiutano anche a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

Mangiando integrale ci si sente sazie più a lungo, scongiurando episodi di fame nervosa e relative trasgressioni (per esempio, la fame di dolci caratteristica della sindrome premestruale e della menopausa).

I 10 alimenti più ricchi di fibre

VEDI ANCHE

I 10 alimenti più ricchi di fibre

Mangiare integrale non è più esclusiva di regimi alimentari "particolari" come, per esempio, la dieta macrobiotica. Oggi i prodotti alimentari integrali stanno conoscendo un successo prima d'ora impensabile. Il punto è che mangiare integrale fa bene, e la medicina lo ricorda nelle sue linee guida sulla prevenzione di numerose patologie.

Integrale significa non raffinato: i cereali integri sono, infatti, completi di tutte le loro parti.

Ciò vuol dire che, grazie all'integrale, si possono assumere più minerali, vitamine e, soprattutto, fibre. Sono quest'ultime, in particolare, a fare davvero la differenza (anche sulla bilancia).

Seguendo una dieta ricca di cereali integrali (e di fibre), si perdono i chili di troppo sul girovita e si mantiene in forma l'intestino.

Infatti, nel tratto intestinale tendono a ristagnare scorie e tossine: con il giusto apporto di fibra e di liquidi, il corretto transito intestinale e l'effetto detox sono assicurati.

Alimenti integrali: cosa mangiare

I cereali in chicchi

Mangiare integrale significa scegliere pasta, pane, prodotti da forno, farine e riso non raffinati. Ma, ancora meglio, chicchi integri (grano, farro, mais, kamut, miglio, avena...). Il cereale in chicco non raffinato vanta innumerevoli proprietà benefiche per la nostra salute e la nostra linea.

In questo caso, la parola magica è fibra. Le fibre sono alleate della linea poiché aiutano

  • ad assorbire meno zuccheri, mantenendo sotto controllo la glicemia.
  • danno una mano anche dal punto di vista del colesterolo, controllando i grassi "cattivi" (colesterolo LDL).

Colazione con avena, yogurt e frutta

Per perdere peso rapidamente e in salute, dunque, il consiglio è quello di preferire l'integrale.

A iniziare dalla prima colazione, diffidando però, delle cosiddette brioche integrali,meglio preparare una salutare prima colazione a casa. Infatti, spesso, il cornetto integrale è comunque ricchissimo di grassi e zuccheri.

Ma c'è di più, è sempre importante accertarsi che si tratti davvero di prodotti da forno integrali. Non sono pochi, infatti, i biscotti o il pane chiamati integrali ma a base di farine raffinate addizionate di cruschello. Questi ultimi, non possono definirsi cibi integrali.

Un esempio di prima colazione integrale che aiuti a dimagrire?

Fiocchi di avena integrali con yogurt magro (anche vegetale) e tanti frutti rossi (lamponi, mirtilli, ribes, fragole). Il tutto, innaffiato da molta acqua e da una tazza grande di tè verde (non zuccherato).

Pranzo con un piatto di pasta o di riso

Spesso si pensa che la dieta mediterranea non sia una dieta adatta a chi deve perdere peso. Invece, i principi della dieta mediterranea si sposano perfettamente con la filosofia del dimagramento graduale, salutare e definitivo.

Dunque sì a pasta o riso, purché integrali e nelle giuste dosi.

Per esempio, anche chi deve perdere qualche chilo, a pranzo può concedersi un buon piatto di pastasciutta integrale (circa 70 grammi) con un condimento di verdure in quantità e un filo di olio EVO.

In questo modo, si introdurranno nell'organismo molte fibre (dalla pasta integrale e dalle verdure), capaci di favorire un senso di sazietà prolungato, nonché di limitare l'assorbimento di zuccheri e grassi.

Uno spuntino sano e goloso

Non sempre è possibile concedersi un vero e proprio pranzo sedute a tavola, mangiando con calma. Infatti, spesso la pausa pranzo è troppo breve oppure non si è trovato il tempo (o, ancora, la voglia) di cucinare.

In questi casi, non è necessario abdicare a dieta e salute. Anzi, lo stesso panino può essere declinato in versione salutare e dimagrante. Come?

Scegliendo pane (veramente) integrale e farcendolo con tanta verdura cruda e cotta.

Per non cedere sempre ai soliti salumi (ricchi di grassi e sodio), si può optare per un velo di hummus di ceci (ricco di proteine vegetali e fitoestrogeni). Per accompagnare il tutto, acqua fresca a volontà e un frutto di stagione (o un sorbetto 100% frutta).

Se vuoi cominciare ad aumentare l'apporto di cibi integrali nella tua dieta possono esserti utile le nostre buonissime ricette con la pasta integrale.

Riproduzione riservata