Legumi biologici

Legumi biologici: come mai sono diversi dagli altri e perché inserirli nella nostra dieta

I legumi biologici sono una fonte proteica ricca di nutrienti e si differenziano da quelli di agricoltura intensiva per numerose proprietà, scopriamole insieme.

L’agricoltura biologica è in aumento e anche gli acquisti in questo settore stanno avendo una forte impennata. I dati recenti dimostrano quanto gli italiani siano più attenti all’alimentazione, puntando soprattutto su materie prime di qualità.

In modo particolare è stato registrato un aumento di acquisti nel settore dei legumi che vengono utilizzati per le proprietà proteiche. Vi state chiedendo perché sono migliori i legumi biologici rispetto a quelli tradizionali? Scopriamolo insieme.

Prepariamo le polpette di legumi

VEDI ANCHE

Prepariamo le polpette di legumi

Perché dovremmo preferire i legumi biologici

Il vantaggio dei legumi biologici si può riscontrare in generale in tutti i prodotti biologici che vengono coltivati in modo naturale, evitando quindi l’utilizzo di fertilizzanti chimici, pesticidi ed elementi che potrebbero essere dannosi per il nostro corpo. Oltre però a questo aspetto basilare per tutti i prodotti provenienti da agricoltura biologica c’è di più.

I legumi sono una fonte proteica ricca, ideale per sostituire le proteine animali abusate nel mondo occidentale. Mentre la scienza dell’alimentazione ci spinge verso scelte più consapevoli ed etiche per il pianeta, l’agricoltura biologica fa passi da gigante per poter offrire materie prime di ottima qualità e in quantità sufficienti per tutti.

I legumi provenienti da agricoltura biologica sono ricchi di nutrienti grazie anche alla tecnica di rotazione delle colture e al mancato utilizzo di prodotti chimici e pesticidi. Per nutrire ulteriormente le piantagioni, l’agricoltura biologica utilizza compost e letame naturale in sostituzione dei fertilizzanti chimici.

I legumi biologici così non sono solo più sani e nutrienti ma anche più morbidi e facili da digerire rispetto ad altri provenienti dall’agricoltura intensiva. Tra i motivi per cui dovremmo prediligere legumi biologici ad altre tipologie c’è anche il sapore più intenso e soddisfacente.

I legumi biologici non hanno traccia di prodotti chimici

Tra i principali motivi per prediligere l’utilizzo di legumi biologici rispetto a legumi provenienti dall’agricoltura tradizionale c’è la naturalità. L’agricoltura biologica evita l’utilizzo di prodotti chimici dannosi per il nostro organismo e per l’ambiente, favorendo invece tecniche di agricoltura come la rotazione e l’utilizzo di composit naturale per concimare.

I legumi biologici hanno un sapore più gustoso ed intenso

La tecnica della rotazione, la stagionalità e il seguire in modo naturale i legumi nella loro crescita favorisce piante sane che danno frutti ricchi di sapore; è il caso dei legumi biologici che una volta cucinati risultano più teneri e saporiti conquistando il palato di tutti.

I legumi biologici sono più nutrienti

Grazie all’utilizzo esclusivo di prodotti naturali per la coltivazione, i legumi biologici hanno maggiori nutrienti tratti direttamente dal terreno rispetto ad altre tipologie provenienti da coltivazioni tradizionali in cui vengono utilizzati pesticidi e prodotti chimici. I legumi biologici sono quindi un’ottima scelta anche per la nutrizione dei bambini poiché altamente nutrienti e gustosi.

I legumi biologici fanno bene al pianeta

Una scelta di consapevolezza ci renderà artefici di un destino migliore per il nostro pianeta. Oltre alla riduzione di consumo di proteine animali in favore di proteine vegetali incoraggiata dal Ministero della Salute stesso, i legumi biologici fanno bene alla terra.

Tra i motivi principali c'è il mancato utilizzo prodotti chimici che possono poi propagarsi nelle falde acquifere e nell’aria diventando un potenziale pericolo non solo per noi ma anche per flora e fauna.

Marcia in più della coltivazione dei legumi biologici è la presenza di un batterio nelle radici delle piante; il rhizobium leguminosarum si occupa di fissare l’azoto atmosferico nel terrendo che si arricchisce così di elementi nutritivi per le coltivazioni future.

Sempre per gli aspetti positivi legati all’ambiente c’è la poca necessità di acqua per la coltivazione di legumi; queste piante infatti sono in grado di risolvere autonomamente, o quasi, il fabbisogno idrico.

I legumi sono alla base della dieta contadina mediterranea

Al centro dell’alimentazione contadina, i legumi hanno un ruolo da protagonista nella dieta mediterranea. Ideali come sostituto della carne vengono apprezzati a livello nutrizionale per l’elevato apporto di proteine e per l’alto valore energetico. Tra i legumi principali che si trovano in agricoltura biologica ci sono i ceci, le fave, i fagioli, i piselli e le lenticchie.

I legumi tornano al centro dell’attenzione; l'agricoltura biologica basa il suo successo sulla rotazione colturale dove tra gli altri vegetali trovano uno spazio importante anche le piante leguminose.

I legumi biologici sono un ingrediente importante anche per chi sta affrontando una dieta ipocalorica e ipolipidica. Sono un ingrediente estremamente saziante e allo stesso tempo povero di grassi.

In vendita sia secchi che in scatola, i legumi biologici sono un’ottima scelta per poter variare l’alimentazione e vengono preferiti da moltissimi nutrizionisti che li inseriscono nelle diete bilanciate non solo per chi desidera perdere peso ma anche per chi pratica molta attività sportiva.

Questi straordinari ingredienti vegetali sono nostri alleati per riuscire a rimetterci in forma mangiando in modo sano e bilanciato; ricchi di proteine ma poveri di grassi saziano rapidamente e sono un’ottima alternativa alle proteine di origini animali.

Riproduzione riservata