Tipi di tè

Tè nero, tè verde, matcha, Oolong… tipi di tè e proprietà a confronto

Sorseggiare una tazza di tè è un piacere per il palato, per il corpo e per l'animo. Non gustarla a caso però! Ogni “colore” ovvero ogni varietà racchiude proprietà e benefici differenti. Scopriamo insieme quelle del tè verde, del tè nero, del tè bianco, dell'Oolong, del Pu-er e del matcha

Il tè è una bevanda dalle origini antichissime e dalle proprietà salutari universalmente riconosciute. La bevanda si ricava dall'infusione delle foglie di tè. La pianta del tè appartiene alla famiglia Camellia Sinensis, di origini cinesi. Ed è proprio in Cina che appunto nasce il tè. 

La pianta del tè prolifica nelle regioni dal clima tropicale e subtropicale, anche ad alta quota, pensiamo per esempio alla varietà Darjeeling che cresce rigogliosa sull'Himalaya. La maggior parte della produzione di tè avviene in Cina. Ma non solo... gli altri grandi produttori di tè sono Bangladesh, Giappone, Indonesia, Sri Lanka e India. Esistono circa 150 tipologie differenti di tè. Quelli maggiormente conosciuti e consumati sono:

Infografica: proprietà del tè

Tè verde

Il tè verde è celebre per le sue riconosciute proprietà anti-age. È, infatti, la qualità di tè maggiormente ricca di antiossidanti ovvero di polifenoli. Questi ultimi vanno a contrastare la produzione di radicali liberi e la loro azione che porta all'invecchiamento delle cellule.

È proprio il fitocomplesso presente nel tè verde a essere potente e a rendere questo tè una super bevanda. L'azione antiossidante del tè verde è infatti riforzata anche dalla quantità elevata di catechine, che aiutano tra l'altro a proteggere il cuore, prevengono l'aterosclerosi e riducono i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Catechine e derivati polifenolici come flavonoidi, tannini e acido clorogenico (dall'azione dimagrante) agiscono anche come protettivi nei confronti delle malattie degenerative (compresi Parkinson e Alzheimer). 

Doversi studi, effettuati soprattutto in Cina, hanno evidenziato poi le proprietà antitumorali del tè verde. Merito della presenza di una sostanza chiamata epigallocatechina gallato (EGCG) che va a inibire la crescita e la moltiplicazione delle cellule tumorali. 

Il tè verde esercita infine un'azione diuretica importante, è anticellulite e depura l'organismo, e persino un'azione dimagrante. Infatti, questa tipologia di tè contiene metilxantine dall'effetto lipolitico (distrugge i grassi) e ipoglicemizzante

Tè nero

Il tè nero è un grande classico, molto amato soprattutto per la prima colazione e per la pausa delle cinque in pieno stile british. Anche il tè nero è ricco di antiossidanti e di sostanze come le catechine che vanno a contrastare l'azione dei radicali liberi.

Recenti studi svedesi hanno dimostrato le proprietà protettive del tè nero sulla salute di cuore e cervello. Sorseggiare regolarmente tazze di tè nero potrebbe, infatti, aiutare a prevenire l'ictus poiché ridurrebbe la possibilità di formazione di caoguli di sangue. Ma non solo, anche il tè nero avrebbe proprietà antitumorali e sarebbe attivo soprattutto nella prevenzione dei tumori femminili. 

Inoltre, il tè nero è un ottimo rimedio per la dissenteria perché esercita una provata azione astringente soprattutto se abbinato a una fettina di limone (o a del succo di limone). Ma non solo: il tè nero è consigliato agli studenti poiché aiuta ad aumentare il livello di concentrazione

Tè bianco

Il tè bianco è una qualità delicatissima di tè. Ed è anche un tè raro dalle proprietà incredibili per la salute. Innanzitutto, questo tè è ricavato dai boccioli della pianta del tè e non subisce successive lavorazioni. Ciò lo rende delicato nel sapore ma ricchissimo di antiossidanti. 

In particolar modo, il tè bianco pare sia molto utile nel mantenere le ossa in salute. Il tè bianco, infatti, migliora la densità del tessuto osseo rivelandosi davvero prezioso per la prevenzione di osteoporosi e artrite. Inoltre, questa tipologia di tè esercita una spiccata azione antibatterica e antivirale, protettiva anche per denti e gengive. Infine, bere tè bianco può aiutare anche a dimagrire perché accelera il metabolismo dei carboidrati.

Tè Oolong

"Oolong" in cinese significa drago nero, il tè con questo nome è un tè semi-fermentato, ricavato dalle foglie di tè lasciate essiccare al sole e poi tostate. Il tè Oolong è prodotto e consumato soprattutto in Cina e in Taiwan. Il suo aroma è molto particolare e piacevole, quasi fruttato. 

Per quanto riguarda le proprietà per la salute, il tè Oolong è a metà strada tra tè nero e tè verde. Sempre e comunque ricco di antiossidanti, è anche una fonte di minerali preziosi come manganese, calcio, rame e selenio. 

Il tè Oolong si è poi dimostrato efficace per prevenire osteoporosi e artriti in quanto aumenta la densità ossea. E non solo, bere regolarmente tè Oolong assicurerebbe una pelle splendente. Infine, anche questo tipo di tè aumenterbbe la concentrazione, avrebbe proprietà ipoglicemizzanti e aiuterebbe a prevenire alcune forme tumorali

Tè Pu-erh

Questo tipo di tè è poco conosciuto e viene spesso confuso con il rooibos a causa dellla sua colorazione rossa. Ma a differenza del rooibos, il tè Pu-erh è un vero e proprio tè. Il suo gusto è molto particolare, intenso.

Si tratta, infatti, di un tè post-fermentato. Tra le sue proprietà, sono molto importanti quelle bruciagrassi: il tè Pu-erh aiuta nelle diete dimagranti e anche per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo. Questa varietà di tè agisce anche come potente stimolante del sistema nervoso ed è ricco di teina.

A differenza di quasi tutti gli altri tè per cui è meglio non utilizzare acqua bollente ma a 80-85° C, per il tè Pu-erh occorre utilizzare acqua a 96° C. 

Tè matcha

Se desideri fare davvero il pieno di antiossidanti, il tè matcha è quello che fa per te. Infatti, questa varietà di tè dal colore verde brillante contiene circa 137 volte la quantità antiossidanti presente nel tradizionale tè verde.

Il tè matcha si presenta come una polvere di colore verde brillante ed è ottenuto dalle foglie di Gyokuro sbriciolate. La presenza importante di antiossidanti è data dal tipo di preparazione che avviene non per infusione ma per sospensione. Ovvero? Con l'aiuto di un frustino, la polvere di tè matcha viene miscelata a dell'acqua calda alla temperatura di 80° C.

Il tè matcha può svolgere un'azione anti-age davvero potenteMa non solo, questo tè è ricco di caffeina (aiuta a concentrazione e sveglia) ed è fonte di caroteni, vitamine (soprattutto del gruppo B) e minerali. La polvere di tè matcha pare aiuti anche a prevenire gli attacchi di fame nervosa

E il rooibos?

Il rooibos non è un vero e proprio tè, o meglio non deriva dalla stessa pianta del tè. Infatti, il rooibos si ricava dall'Asalathus linearis, una pianta della famiglia delle Fabacee originaria del Sudafrica. La bevanda che ne deriva ha la caratteristica e famosa colorazione rossa.

Il rooibos è totalmente privo di caffeina, non essendo presenti nelle sue foglie né teina né tannini. Ma il rooibos è comunque ricco di flavonoidi antiossidanti, vitamina C, magnesio, calcio, ferro, fosforo e zinco. Si tratta di un'ottima bevanda rimineralizzante e rinforzante del sistema immunitario. Il rooibos è poi altamente depurativo, anticellulite e avrebbe persino una azione antisettica sulle vie urinarie utile in caso di cistiti ricorrenti. 

E il mate?

Il mate è una pianta sudamericana, molto consumata proprio in questi paesi. Si tratta di una bevanda particolarmente attiva per tonificare il sistema nervoso, aumentare la concentrazione e anche per favorire le diete dimagranti. Merito del contenuto di caffeina e acido clorogenico (dall'azione bruciagrassi). 

Il mate viene consigliato soprattutto in caso di affaticamento psicofisico e condizioni stressanti. E persino come antidepressivo. Sono al vaglio alcuni studi per valutare un'eventuale correlazione tra un consumo (elevato) di mate e l'insorgenza più frequente di carcinoma allo stomaco. Ma, appunto, si parla di dosaggi molto elevati. 

Calorie e possibili controindicazioni

A parte il rooibos, che è privo di caffeina, il tè va consumato con buon senso perché contiene teina. L'ideale per assumerne tutti i benefici sono 3 tazze di tè al giorno, a meno che non vi siano diverse indicazioni del medico curante. 

Per quanto riguarda l'apporto calorico, quello del tè è irrisorio: circa 1 caloria ogni 100 grammi. L'importante è imparare a berlo non zuccherato oppure aggiungere solo dolcificanti come la stevia

Riproduzione riservata