Chiara Maci: la passione per la cucina e la sua cheesecake

Da blogger a personaggio pubblico in tv a La7, facciamo una chiacchierata con Chiara Maci, che ci ha anche regalato una delle sue ricette

 

Volto di La7, in tv con Simone Rugiati, a Cuochi e Fiamme, insieme a Riccardo Rossi e Fiammetta Fadda, ma prima di tutto blogger e appassionata di cucina.

Quante cose è contemporaneamente la talentuosa Chiara Maci? Moltissime, da quando anni fa ha deciso di lasciare il suo lavoro per aprire un blog, Sorelle in pentola, insieme, naturalmente, alla sorella maggiore Angela.

Una laurea in Giurisprudenza, un master in  comunicazione, un lavoro  nell'azienda televisiva dei sogni. Ma il 30 aprile del 2009 molla tutto: "Ho scelto la felicità. Ho scelto la Vita", scrive nella sua bio sul blog.

Quando e come hai deciso di lasciare la carriera che avevi intrapreso e dedicarti alla cucina?

Ho  scelto una mattina, dopo circa due anni in azienda. Avevo una passione  grande per la cucina e avevo voglia di dedicarmi a quello. Ero stanca  delle gerarchie aziendali ed ero stanca della vita dietro un pc. Così mi  sono guardata allo specchio e ho scelto. La vita. 

Qual è il tuo piatto preferito?

I piatti semplici, dalla parmigiana di melanzane alla frisella con il podomoro. Quelli dell'infanzia, per capirci.

Un ingrediente che non deve mai mancare sulla tua tavola?

Un ottimo olio extravergine di oliva.

Hai degli amici a cena: cosa cucini?

Improvviso.  Non sono quella che si prepara il giorno prima, decido la mattina e  improvviso in base alla spesa di stagione. Tutto molto semplice, ma con  un tocco sempre creativo.

Se dovessi scegliere uno chef su tutti, chi sarebbe?

Difficilissimo.  Ti direi Massimiliano Alajmo (il più giovane chef della storia ad avere ottenuto tre stelle Michelin, ndr) per umiltà, gentilezza e bravura unica.  Antonino Canavacciuolo (il Gordon Ramsay della versione italiana di Cucine da Incubo, ndr) per veracità, spontaneità e delicatezza dei piatti.

Devi uscire a cena, come scegli il ristorante?

Torno  spesso nei miei preferiti, altrimenti decido cosa voglio mangiare e  scelgo di conseguenza il ristorante migliore per quella pietanza.

L'esperienza  in tv a Cuochi e Fiamme cosa ti ha insegnato? Vorresti in futuro  continuare con la tv o preferisci dedicarti al blog?

La  tv mi ha insegnato tanto, dalle curiosità culinarie di Simone ai  consigli di Fiammetta, a quelli di Riccardo. Per i primi anni, però, ho  rifiutato di fare altro in tv. Credo nel fare un passo alla volta, nel  rimanere con i piedi per terra e soprattutto al proprio posto. In futuro  chissà, il blog intanto rimane un punto.

Qual è la parte che ami di più del tuo lavoro?

Amo  il momento in cui, dopo aver firmato un contratto con un'azienda, torno  a casa e mi metto ai fornelli a sperimentare. Amo il poter decidere i  miei ritmi e i miei orari, ma soprattutto il poter lavorare ogno giorno  con quella che è sempre stata una passione.

Com'è la giornata tipo di Chiara?

In  questo momento è un inferno! Sto lavorando con tante aziende, ho un  programma nuovo in partenza, un libro in uscita a settembre e un bel po'  di eventi sul territorio. Diciamo che la giornata ora inizia alle 7 e  finisce almeno a mezzanotte, no stop!

Le  donne moderne lottano tutti i giorni per conciliare lavoro e famiglia,  spesso tornano tardi e le ricette devono adattarsi alla mancanza di  tempo. Quali consigli potresti dare loro?

Io  quando vivo momenti di questo genere, preparo la mattina presto le basi  o la sera precedente. In alternativa la domenica cucino i ragù o i  sughi più impegnativi e li congelo per comodità. In questo modo riesco  semrpe ad avere scelta di piatti diversi. Se si tratta invece di  ingrediente fresco, come le verdure, cerco il cucinarle nel modo più  veloce.. in fondo in mezz'ora si prepara un'ottima cena! 

Hai un segreto in cucina da rivelare per facilitare la vita alle nostre donne moderne?

Fare  economia domestica. Darsi delle priorità, organizzare la spesa di  stagione, tenere pochi accessori ma utili e cercare di tenere sempre  pulita la cucina per evitare caos ulteriori!

Chiara chiama la cheesecake del riciclo, ed è una ricetta perfetta quando devi smaltire dei biscotti.

Ingredienti

circa 20 biscotti allo zenzero 
300 gr di ricotta
zucchero q.b.
1 uovo
cioccolato fondente amaro
crema spalmabile al cioccolato e nocciole 
80 gr di burro salato

Sbriciolate i biscotti in polvere, unite il burro sciolto e preparate il  biscotto di base (fatelo in uno stampo a cerniera con carta forno). Tenete in frigorifero. Intanto sbattete il tuorlo con lo zucchero e unite la ricotta. Infine unite gli albumi a neve. Versate la crema sulla base e infornate per 40 minuti a 180°. Quando pronta tenete in frigorifero, poi coprite con cioccolato fondente  fuso e tenete in frigorifero fino al momento di servirla.

Riproduzione riservata