Come essiccare la frutta

Ingredienti

2 pesche

2 banane

2 mele

Essiccare la frutta è un processo piuttosto semplice che ti consente di eliminare l’acqua e permettere quindi una conservazione più lunga della frutta. E’ possibile effettuare questa operazione grazie ad essiccatori appositi, nel forno, oppure grazie all’azione del sole che si rivela essere senza dubbio la soluzione più sostenibile sotto il profilo ambientale ed economico.

Il modo però più rapido che ti consente di essiccare la frutta è utilizzare il forno. In questa maniera i tempi si accorceranno e potrai disidratare una maggiore quantità di frutta nello stesso momento.

Scegli frutta non molto matura ma nemmeno troppo acerba.

Taglia la frutta molto sottile, in modo tale che il tempo di permanenza della frutta in forno sia più breve.

Elimina la buccia della frutta.

Disponi la frutta tagliata su una teglia da forno.

Riscalda il forno affinché raggiunga una temperatura tra i 50 e i 60 gradi e la mantenga durante tutto l’arco di tempo necessario.

Durante l’essiccazione mantieni il forno in modalità ventilata per evitare la creazione di umidità e per consentire il ricambio dell’aria. Se non hai un forno ventilato, lascialo socchiuso.

Ogni tipo di frutta ha un tempo di essiccazione differente. In questa ricetta però, pesche, banane e mele necessitano di sei ore di cottura. Naturalmente la frutta con una concentrazione d’acqua maggiore impiegherà più tempo a disidratarsi.

Una volta che avrai finito di essiccare, conserva la frutta in dei barattoli sterilizzati in vetro. Questa modalità di conservazione degli alimenti permette di evitare il problema della formazione di botulino e non prevede l’utilizzo di sostanze aggiuntive come sale, zucchero, olio.

Puoi gustare la frutta essiccata come accompagnamento a una coppa di gelato, a un dessert a base di crema allo zenzero o per decorare torte.

Come essiccare la frutta

I principali consigli che ti spiegano come essiccare la frutta a casa tua, in modo semplice e naturale

Riproduzione riservata