Timballo ai carciofi

5/5
  • Procedura 2 ore 5 minuti
  • Cottura 1 ora 5 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà media

Il timballo ai carciofi è un primo piatto prelibato adatto per il pranzo della domenica. E' un primo senza pomodoro, quindi bianco e gustosissimo. Volendo potete prepararlo utilizzando anche le normali lasagne ma, come avviene di solito, andranno sbollentate un po' prima di comporre la portata.

  • 1 Lavorate 250 g di farina con 120 g di burro a pezzetti e un pizzico di sale fino a ottenere un composto a briciole; incorporate 1 uovo e un cucchiaio di acqua fredda e impastate velocemente Formate una palla, dividetela in 2 parti, avvolgetele con la pellicola e mettetele in frigo.
  • 2 Pulite i carciofi e tagliateli a fettine; sbucciate 150 g di sedano rapa, tagliatelo a dadini e rosolateli insieme ai carciofi con un filo d'olio e 1 dl di vino bianco, 1 scalogno tritato e 50 g di pancetta a dadini salate e cuocete per 10 minuti, quindi unite 200 g di funghi pioppini tritati e fateli appassire. Lessate 250 g di mezze penne a metà cottura, saltatele per pochi istanti con le verdure e unite poco prezzemolo tritato.
  • 3 Dividete una porzione di pasta in 2 e ricavatene 2 dischi, uno un po' più grande dell'altro. Tirate la pasta rimasta in una striscia alta quanto lo stampo. Posate il disco di pasta piccolo in uno stampo da timballo imburrato e infarinato e rivestite il bordo con la striscia di pasta, sigillandola al fondo.
  • 4 Riempite le mezze penne condite, alternandole a dadini di 100 g di toma e 40 g di grana padano grattugiato.
  • 5 Praticate un foro al centro del disco di pasta rimasto, posatelo sul ripieno, sigillate, decorate con i ritagli e spennellate con il tuorlo.
  • 6 Infornate il timballo a 200° per 40 minuti, coprendo a metà cottura con un foglio di alluminio.
di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata