Terrina di porcini e pancetta

  • Procedura
    1 ora 15 minuti
  • Cottura
    45 minuti
  • Persone
    6
  • Difficoltà
    media

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Terrina di porcini e pancetta

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Ecco come trasformare pochi ingredienti semplici in un antipasto raffinato, grazie all'aggiunta di funghi porcini. Con questi prelibati funghi, il risultato è garantito: delicati e saporiti, i porcini si sposano perfettamente con il gusto più deciso dell'affettato prescelto; ecco come preparare questa terrina di funghi porcini e pancetta.

    Pulite 1 kg di porcini, eliminate la parte terrosa del gambo e passate le cappelle con un telo umido o un pennello. Tenetene da parte uno intero e tagliate gli altri a tocchetti. Riducete a pezzetti 300 g di mollica di pane, raccoglietela in una terrina e versatevi sopra 200 ml di latte.

    Sbucciate e tritate 1 cipolla e fatela appassire in una padella con 30 g di burro, 1 spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato, qualche foglia di 1 ciuffo di salvia e 1 rametto di rosmarino; unite i funghi a tocchetti e fateli rosolare a fuoco vivo per una decina di minuti. Salate, pepate, eliminate l'aglio, la salvia e il rosmarino e togliete dal fuoco. Accendete il forno a 190°.

    Strizzate leggermente la mollica di pane, rimettetela nella terrina e aggiungete i funghi cotti, 2-3 uova, 80 g di parmigiano grattugiato, 1 mazzetto di prezzemolo tritato, sale e pepe. Mescolate fino a ottenere un composto ben amalgamato.

    Foderate uno stampo da plum cake della capacità di un litro, leggermente imburrato, con carta da forno, poi rivestitelo con 150 g di pancetta a fettine,
    sovrapponendole un po' alla base e lasciandole sbordare dallo stampo.

    Riempite lo stampo con il composto, inserite al centro il fungo intero tenuto da parte e livellate bene il tutto.

    Ripiegate le fettine di pancetta all'interno dello stampo, passate la terrina in forno e cuocetela per circa mezz'ora.

    Sfornatela, lasciatela riposare per qualche minuto, poi sollevatela afferrando la carta che sborda; sformatela delicatamente su un piatto di portata e servite.

    Riproduzione riservata