Stoccafisso con carciofi e funghi secchi

4/5
  • Procedura 1 ora
  • Cottura 30 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Stoccafisso con carciofi e funghi secchi


    invia tramite email stampa la lista

    Spesso si fa confusione tra stoccafisso e baccalà. Essi derivano entrambi da una particolare varietà di merluzzo norvegese ma, mentre il baccalà è conservato con il sale, lo stoccafisso è essiccato. La Norvegia è l’unica nazione produttrice di stoccafisso: il merluzzo viene pescato tra fine inverno e la primavera, soprattutto nella zona delle isole Lofoten. Qui trovate altre ricette per un pranzo o una cena di mare.

    • 1 Fate ammorbidire 20 g di funghi secchi in una ciotola piena d'acqua tiepida per 10-15 minuti. Sbucciate e affettate 2 scalogni, quindi soffriggeteli in una padella con un filo d'olio caldo; unite i funghi ben sgocciolati dall'acqua d'ammollo (che terrete da parte) e strizzati e lasciate insaporire per qualche istante. Aggiungete i carciofi puliti e tagliati a spicchietti, salate, bagnate con un poco dell'acqua d'ammollo dei funghi filtrata, coprite e proseguite la cottura per 5 minuti, mescolando con un cucchiaio di legno almeno una volta.
    • 2 Unite 600 g di stoccafisso ben pulito e tagliato a bocconcini, mescolate delicatamente e cuocete ancora per 15 minuti. Durante la cottura bagnate, se il fondo tende ad asciugare, con un altro poco dell'acqua d'ammollo dei funghi (sempre filtrata). Al termine, regolate di sale, se necessario, e insaporite con una macinata di pepe.
    • 3 Distribuite la preparazione nei piatti individuali e rifinitela con una manciatina di foglie di 1 mazzetto di maggiorana e un'altra macinatina di pepe.
    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata