• Procedura
    55 minuti
  • Cottura
    25 minuti
  • Persone
    6
  • Difficoltà
    facile

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

Risotto mantecato con topinambur e porcini

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Un primo piatto favoloso, veramente irresistibile tipico della cucina tradizionale piemontese, che non può mancare sulla tavola nel periodo autunnale: il risotto mantecato con topinambur e porcini. E' un piatto facile da preparare, l'importante è avere funghi freschi che sprigionino tutto il loro sapore e che con la loro consistenza carnosa unita al croccante della radice di topinambour e alla cremosità del riso creano un mix perfetto per il palato. 

    Sbucciate 200 g di topinambur con un coltellino affilato o un pelapatate, poi tagliateli a fettine molto sottili. 

    Pulite 8 funghi porcini, eliminate la parte terminale terrosa e staccate i gambi dalle cappelle; passate le cappelle con un telo umido, tenetene da parte 4 e tagliate le altre a fettine e i gambi a dadini. 

    Portate il brodo a ebollizione. Mettete in una casseruola la cipolla tritata, unite 4 cucchiai di olio e 50 g di midollo di manzo sminuzzato e fate soffriggere finché la cipolla sarà appassita e il midollo sciolto; aggiungete i dadini di funghi, mescolate bene con un cucchiaio di legno e cuocete per un paio di minuti. 

    Unite 500 g di riso Carnaroli e fatelo tostare mescolando delicatamente; dopo 2-3 minuti bagnate con il vino e lasciatelo evaporare; versate un mestolo di brodo di carne e appena il riso l'avrà assorbito unitene un altro. Continuate la cottura, versando man mano altro brodo: alla fine il riso dovrà risultare all'onda. 

    Intanto incidete leggermente con la punta di un coltellino le cappelle di funghi tenute da parte, mettetele in una teglia, spennellatele con 2 cucchiai di olio e passatele in forno a 200° per 3-4 minuti. 

    Qualche minuto prima di togliere il risotto dal fuoco aggiungete le fettine di funghi e di topinambur; alla fine mantecate con 50 g di burro e 100 g di parmigiano reggiano grattugiato.

    Distribuite il risotto nei piatti, appoggiate su ciascuna porzione una cappella arrostita e completate con il prezzemolo.

    Riproduzione riservata