Peylà d’orzo alla valdostana

5/5
  • Procedura 55 minuti
  • Cottura 40 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Peylà d’orzo alla valdostana


    invia tramite email stampa la lista

    Preparazione

    Direttamente dalle montagne valdostane arriva questa peylà d'orzo, una sorta di polentina che nasce dal sodalizio tra farina bianca, farina di orzo e patate. La ricetta originale prevede l'accompagnamento con i classici formaggi regionali, ma nulla vi vieta di prepararla anche con un buon ragù di carne.


    1) Sbucciate 800 g di patate e lavatele. Mettete al fuoco una casseruola con 2 litri di acqua, unite 1 cucchiaio di sale e le patate, portate a ebollizione e continuate la cottura finché le patate sono tenere. Scolatele, passatele al passaverdure con il disco medio o allo schiacciapatate, facendo scendere il passato nella stessa acqua di cottura.

    2) Rimettete sul fuoco e incorporate, poco per volta e sempre mescolando, 150 g di farina bianca e 150 g di farina d'orzo, alternate; continuate la cottura, senza smettere di mescolare, per circa mezz'ora: alla fine dovrete ottenere un composto della consistenza di una polenta morbida.

    3) Tagliate a dadini 150 g di fontina valdostana150 g di toma piemontese e mescolateli al composto; amalgamateli bene finché sono completamente sciolti.

    4) Tagliate a pezzetti 100 g di burro e fatelo fondere in un tegamino a fuoco basso, senza farlo colorire. Togliete il peylà dal fuoco, trasferitelo in una ciotola e conditelo con il burro fuso.

    di SALE&PEPE Riproduzione riservata