La sfoglia all’uovo

  • Persone
    4

Ingredienti

Crea la tua lista della spesa

Cosa comprare per

La sfoglia all’uovo

    Invia tramite Email Stampa la lista

    Preparazione

    1) Uova, farina, sale. Ecco gli ingredienti per la sfoglia. Per 4 persone servono 300 g di farina, 3 uova e un pizzico
    di sale. Versa la farina (preferisci quella di grano tenero 00: assorbe meglio le uova) sulla spianatoia (un'asse di legno).
    Al centro sguscia le uova. Sbattile con una forchetta, salale e incorpora pian piano la farina.
    2) Lavora con le mani asciutte il composto di uova e farina. Ti sembra che la farina assorba troppo le uova? Aggiungi
    2 cucchiai di acqua e continua a lavorare. Ma niente paura: nella fase iniziale l'impasto tende a sbriciolarsi. Mentre
    lavori, stacca dalle dita e dalle mani la pasta che rimane attaccata e incorporala all'impasto.
    3) Continua a impastare. Devi farlo per almeno 15 minuti con un lavoro energico di palmi e di polsi. Non avere paura:
    la pasta non si rovina se la "maltratti". Spingi prima con una mano, poi con l'altra. E per fare meno fatica, cerca di
    sfruttare anche il peso del corpo, appoggiandoti sul piano di lavoro.
    4) Adesso l'impasto è amalgamato: risulta lucido, non si sbriciola più ed è compatto. Si stacca da solo dal piano di
    lavoro. Tiralo e ripiegalo con entrambe le mani. Poi forma una palla e coprila con un canovaccio umido (o della pellicola
    per alimenti) e lascia riposare un'ora a temperatura ambiente: così sarà più facile stendere la sfoglia.
    5) Mentre la pasta riposa, raschia delicatamente la spianatoia con un coltello o con una spatola di plastica. Cerca di
    eliminare tutti i residui di pasta. Appiattisci leggermente la palla di pasta con le mani e stendila con il matterello (infarinalo
    leggermente prima di usarlo): parti dal centro e spingi, facendolo rotolare dolcemente ma con energia, verso i lati, fino
    ad arrivare a una sfoglia sottile, alta 2 mm.
    6) Stendi la sfoglia sulla spianatoia o sul tavolo da lavoro infarinato e lasciala asciugare circa 20 minuti. Dovrà risultare
    ruvida e asciutta, ma non troppo secca. Poi arrotolala delicatamente su se stessa, senza però schiacciarla troppo. Alla
    fine devi ottenere un rotolo largo più o meno 8 cm e al centro devi riuscire quasi a infilarci una mano.
    7) Tieni fermo il rotolo di sfoglia con una mano e con l'altra taglia delle matassine. Se prepari dei tagliolini, la distanza
    tra un taglio e l'altro deve essere di 3-4 mm, per le tagliatelle 6-8 mm, per pappardelle e lasagnette 1-3 cm. Fai partire il
    movimento del coltello dall'alto verso il basso. Srotola le matassine e disponile, a mucchietti, su un canovaccio pulito
    o su un vassoio rivestito con carta da forno.
    8) Per avere dei nidi di pasta ordinati, srotola le matassine e avvolgile intorno alle dita di una mano, proprio come se
    fosse una matassa di lana o di spago (un po' più delicata, però). Poi mettili ad asciugare. Cuocila così: fai bollire un litro
    di acqua ogni 100 g di pasta con un cucchiaio d'olio d'oliva e uno di sale. La pasta all'uovo cuoce in pochi minuti:
    assaggiala sempre prima di scolarla.


    Riproduzione riservata