Crème brulèe di fegatini

5/5
  • Procedura 1 ora 50 minuti
  • Cottura 1 ora 30 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà media

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Crème brulèe di fegatini


    invia tramite email stampa la lista

    Scodelline di gustosa crema di carne e verdura unita alla panna, ricoperte da uno strato croccante di zucchero caramellato, per un antipasto originale tipico della regione Toscana. La creme brulèe di fegatini, si cuoce in forno per una consistenza ottimale è utile una lieve gratinatura, sono ottime saccompagnatte con croccanti crostini di pane che vanno in contrasto con la morbidezza della crema.

    • 1 Pulisci 350 g di fegatini di pollo. Sciacqua e metti a bagno 1 cucchiaio di capperi sotto sale in acqua fredda. Spella 1/2 cipolla1 spicchio d'aglio, elimina i filamenti da 1/2 costola di sedano e trita gli aromi con 4 foglie di salvia. Pulisci i fegatini e tagliali a tocchetti. Scalda 4 cucchiai di olio in una padella, aggiungi il trito, stufalo per 2-3 minuti, unisci i fegatini, sala, pepa e cuoci per altri 3-4 minuti. 
    • 2 Unisci il burro. Sfuma i fegatini con 1 dl di Vin Santo, lascialo evaporare, aggiungi il brodo e prosegui la cottura a pentola coperta per 20 minuti. Spegni, aggiungi i capperi sciacquati, il filetto di acciuga, 50 g di burro e mescola bene, finché si sarà sciolto. Lascia intiepidire il composto, poi tritalo finemente al mixer.
    • 3 Cuoci la crema. Sbatti 4 tuorli, versa il latte e 2 dl di panna fresca, unisci il composto di fegatini; poi distribuisci il liquido nelle cocottine. Disponile in una teglia, aggiungi acqua calda fino a metà della loro altezza e cuocile in forno già caldo a 100° C per circa 1 ora
    • 4 Falle raffreddare, poi mettile in frigo. Prima di servirle, spolverizzale con lo zucchero di canna e fallo fondere e dorare utilizzando l'apposito caramellatore a fiamma. In alternativa, accendi il grill, aspetta che sia ben caldo, metti le cocottine vicine alla resistenza e lasciale il tempo necessario per caramellare.
    di CUCINA NO PROBLEM Riproduzione riservata