Corona di cavolo cappuccio

Foto
5/5
  • Procedura 1 ora 10 minuti
  • Cottura 50 minuti
  • Persone 4
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Corona di cavolo cappuccio


    invia tramite email stampa la lista

    un cavolo cappuccio di circa 800 g
    80 g di pancetta tritata
    3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
    uno scalogno tritato
    un cucchiaio di prezzemolo tritato
    una foglia d'alloro
    40 g di burro
    25 g di farina
    2 dl di brodo vegetale
    15 g di grana grattugiato
    poche gocce di aceto balsamico
    sale,
    pepe

    1 IL GIORNO PRIMA
    Pulite il cavolo cappuccio, eliminando le foglie più esterne e tenendo da parte qualche foglia più grande che vi servirà per rivestire lo stampo. Lavate e asciugate tutto il resto, private la parte centrale dura del torsolo e affettatelo a listarelle sottili. Scottate le foglie tenute da parte per 2 minuti in acqua bollente, sgocciolatele e mettetele su un telo ad asciugare.
    2) Soffriggete in una casseruola la pancetta tritata con l'olio, lo scalogno, il prezzemolo e la foglia d'alloro.
    Fatela dorare per 5 minuti, eliminate l'alloro e unite le listarelle di cavolo. Versate un mestolino di brodo bollente,
    regolate di sale e pepe e fate cuocere a fiamma dolce, coperto, per 10 minuti.
    3) Imburrate uno stampo ad anello della capacità di 1,5 litri e foderatelo con le foglie scottate del cavolo.
    Rovesciatevi le listarelle cotte con la pancetta e livellatele con il dorso di un cucchiaio di legno. Ripiegate le
    foglie del cavolo sul ripieno, coprite lo stampo con un foglio d'alluminio e fate cuocere la corona nel forno, caldo a
    180°, per circa 20 minuti. Togliete dal forno, lasciate raffreddare nello stampo e mettete in frigorifero.
    4) ALL'ULTIMO
    Scaldate 30 g di burro, incorporate la farina mescolando per non formare grumi, diluite con il brodo caldo,
    salate, pepate e unite il grana e l'aceto. Scaldate la corona a bagnomaria, sformatela e irroratela con la salsa bollente.

    di CUCINA MODERNA Riproduzione riservata