Pizza con farina di soia e verdure

/5
  • Procedura 1 ora
  • Cottura 30 minuti
  • Persone 6
  • Difficoltà facile

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

Pizza con farina di soia e verdure


    invia tramite email stampa la lista copia negli appunti

    Preparazione

    1) Fate la pasta della pizza. Sbriciolate 25 g di lievito di birra in una ciotola e diluitelo con 1/2 dl di acqua tiepida, unitevi un po' di farina tipo 0, in modo da ottenere un impasto fluido e 1 cucchiaino di zucchero semolato. Coprite la ciotola e fate riposare il composto per circa 40 minuti. Mettete la farina bianca rimasta e 200 g di farina di soia sulla spianatoia, unite 1 cucchiaio di origano, 1/2 dl olio d'oliva extravergine, 1 cucchiaino di sale, 1,5 dl circa acqua tiepida e il composto lievitato. Impastate gli ingredienti, fino a ottenere una pasta elastica. Formate una palla, ungetela di olio, mettetela in una ciotola, incidetela a croce, copritela con un telo e fatela lievitare per 2 ore.

    2) Preparate le verdure. Pulite 2 zucchine, 2 pomodori, 2 peperoni, 1 melanzana e 1 cipolla e tagliate il tutto a tocchetti. Cuocete gli ortaggi, separatamente, per 7-8 minuti in una padella con 1 cucchiaio di olio, poco timo e 1 spicchio d'aglio tritato, sale e l'alloro; a fine cottura eliminate l'alloro, riunitele e profumatele con 1 rametto di basilico fresco sminuzzato.

    3) Formate la pizza. Appiattite l'impasto alla farina di soia con il matterello e stendetelo in uno stampo rettangolare unto di olio, coprite lo stampo e fate ancora riposare la pasta per 30 minuti.

    4) Completate e cuocete. Con le dita formate delle fossette nella pasta, distribuite la ratatouille di verdure, infine condite con un giro di olio evo e un po' di peperoncino. Cuocete la pizza in forno già caldo a 250° C per circa 20-25 minuti.


    Ricca e nutriente, ma leggera questa pizza speciale ricca di proteine vegetali ma senza formaggio va benissimo anche per un picnic. La farina di soia impiegata nella ricetta si ottiene dalla macinazione dei semi e si utilizza come una normale farina. La soia ha il vantaggio di non contenere glutine; se usata da sola, al naturale, è una buona alternativa per i celiaci. Mescolata alla normale farina bianca, invece, è ideale per la preparazione di pane, pizze, focacce, torte dolci, biscotti e crostate. E, dato che trattiene molta umidità, gli impasti non si seccano in superficie.

    Scelti per te