La salsa bernaise

  • 1 4
  • 2 4
  • 3 4
  • 4 4
/5

Ingredienti

CREA LA LISTA DELLA SPESA

Cosa comprare per

La salsa bernaise


    invia tramite email stampa la lista copia negli appunti

    3 cucchiai di aceto bianco,
    3 cucchiai di vino bianco,
    150 g di burro,
    un cucchiaio di scalogno tritato,
    un cucchiaio di dragoncello tritato,
    un rametto di rosmarino,
    un pezzettino di foglia di alloro,
    un quarto di dado,
    un rametto di timo,
    un ciuffetto di prezzemolo.

    Mettete in una casseruolina. fuori dal fuoco, l'aceto, il vino, lo scalogno, metà del dragoncello tritato, il timo, l'alloro e il dado; fate bollire il tutto a fuoco molto basso, fino a ridurre il liquido a un terzo; quindi filtratelo con un colino, raccogliendolo in un'altra casseruola. Fate fondere il burro a bagnomaria, in modo che risulti appena tiepido. Mettete a bagnomaria la casseruola con la «base» filtrata; unite i soli tuorli e posate il tutto su fiamma molto bassa, mescolando con una frusta (foto 1). Continuate a rimestare o a sbattere leggermente fino a che il composto assumerà una consistenza cremosa. Poi toglietelo dal fuoco, lasciandolo nel bagnomaria e mescolando ancora per qualche istante. Cominciate ad aggiungere il burro fuso, poco alia volta (usando anche un cucchiaio), mescolando sempre con regolarità. Dopo aver unito metà del burro incorporate alla salsa 2 cucchiai di acqua tiepida. Mescolate, poi unite il burro rimasto,sempre poco per volta (foto 2). Infine incorporate alla salsa il dragoncello tritato rimasto e il prezzemolo lavato e tritato (foto 3). A piacere, per ottenere una salsa un po più piccante, si può aggiungere un pizzico di pepe di Caienna bianco. La salsa Bearnaise è l'accompagnamento ideale per le carni grigliate e in particolare per la Chateaubriand. A differenza della olandese non va posta direttamente sulla carne ma servita in una salsiera; la si spalma di volta in volta sul boccone di carne che si mangia. Non è necessario servire questa salsa molto calda. Caratteristica di questa salsa è l'aroma del dragoncello, che deve essere molto spiccato. Se non riuscite a trovare quello fresco, potete utilizzare il dragoncello sottaceto (usando anche il liquido di conservazione che va aggiunto insieme all'erba aromatica), oppure del dragoncellosecco, che metterete però solo all'inizio, insieme all'aceto e al vino ed eliminerete poi con il filtraggio.

    di GUIDA CUCINA Riproduzione riservata
    Stampa
    Scelti per te