Cioccolato

Come fare il salame di cioccolato

Come fare il salame di cioccolato 114 - 4.87/5

Ingredienti

90 gr burro
50 gr frutta secca
2 cucchiai miele

Procedimento

il-salame-di-cioccolato
1 di 9

1) Tritate il cioccolato, anche in modo irregolare, con un grosso coltello. é preferibile usare il fondente, ma in realtà vanno bene anche avanzi di diversi tipi di cioccolato.

il-salame-di-cioccolato ricetta
2 di 9

2) Chiudete i biscotti in un sacchettino di plastica e frantumateli passando più volte il mattarello: in questo modo otterrete briciole di dimensioni piuttosto irregolari.

il-salame-di-cioccolato foto
3 di 9

3) Sciogliete il burro con il miele (o lo sciroppo d'acero se lo preferite) a bagnomaria, mettendo una ciotola in un pentolino di acqua bollente. Il miele più indicato è quello di acacia.

il-salame-di-cioccolato immagine
4 di 9

4) Aggiungete il cioccolato tagliuzzato nella ciotola, coprite con un piattino, spegnete il fuoco sotto il pentolino e lasciate amalgamare il tutto, mescolando ogni tanto.

il-salame-di-cioccolato preparazione
5 di 9

5) Unite a questo punto la frutta secca che preferite: uvette secche, noci o pinoli vanno benissimo. Se non vi piace, o se il salame dolce è destinato ai bambini, potete tranquillamente eliminarla dalla ricetta sostituendola con uteriori 50 g di biscotti secchi sbriciolati.

il-salame-di-cioccolato step
6 di 9

6) Mescolate al cioccolato i biscotti. Dovrete ottenere un composto abbastanza omogeneo. Se vi piace, potete profumarlo unendo un paio di cucchiai di rum.

ricetta il-salame-di-cioccolato
7 di 9

7) Versate il composto su un foglio di carta da forno bagnata e strizzata (è più resistente della carta di alluminio) e arrotolatelo con cura, in modo da dargli la forma di un salsicciotto.

foto il-salame-di-cioccolato
8 di 9

8) Legate un'estremità del salame dolce con lo spago. Girate quella opposta come fosse carta da caramella, premendo bene, e legate.

immagine il-salame-di-cioccolato
9 di 9

9) Tenete in frigorifero il salame di cioccolato per almeno un paio d'ore o comunque fino al momento di servire il dolce.

di DONNA MODERNA Riproduzione riservata